Museo civico Palazzo dei Consoli

Il Museo civico di Gubbio si trova all’interno del palazzo dei Consoli, nel centro storico della città. L’edificio è ben visibile anche da lontano; la sua facciata prospetta infatti sulla piazza Grande, terrazza pensile, fulcro politico della Gubbio trecentesca.
Il palazzo dei Consoli venne costruito nel XIV secolo per essere la residenza della suprema magistratura del libero comune ed attualmente è sede del Museo civico della città di Gubbio.

Il Museo civico di Gubbio merita sicuramente una visita non solo per lo scenario suggestivo in cui si inserisce, ma soprattutto per le raccolte d’arte che si trovano al suo interno. La raccolta archeologica conserva le famosissime Tavole eugubine, il più importante documento in lingua umbra e la più ampia descrizione di riti religiosi mai rinvenuta. Importanti sono anche le opere della pinacoteca come il Crocifisso ligneo opera del Maestro della Croce di Gubbio e il gonfalone di Sinibaldo Ibi, raffigurante la Madonna della Misericordia e Sant’Ubaldo.

Il museo si compone della raccolta archeologica e della pinacoteca. La prima è tra le più ricche dell'Umbria ed include reperti risalenti all'epoca umbra e romana, alcune iscrizioni e una cospicua raccolta numismatica. Il cuore della raccolta è rappresentato delle Tavole eugubine, sette lastre bronzee incise che rappresentano il più importante testo in lingua umbra ad oggi conosciuto. Degna di nota è anche la raccolta di ceramica, allestita nella sala della loggetta e lungo il corridoio segreto, che raccoglie maioliche che vanno dal XIV al XIX secolo. Tra queste spicca la produzione rinascimentale di Mastro Giorgio Andreoli che rese celebre la tecnica eugubina del lustro rosso e dorato.

Le sale del piano nobile del palazzo ospitano la pinacoteca civica. La raccolta comprende grandi croci dipinte come il Crocifisso ligneo opera del Maestro della Croce di Gubbio e polittici su tavola come il reliquiario miniato del XIV secolo.
All’interno della collezione sono inoltre presenti affreschi staccati provenienti da chiese della città eseguiti da pittori eugubini nel XIV secolo e numerose opere realizzate tra XVI e XVII secolo da artisti forestieri e locali. Tra questi spiccano gli eugubini Pietro Paolo Baldinacci, Benedetto e Virgilio Nucci, Federico Brunori, Felice Damiani ed i perugini Orlando Merlini e Sinibaldo Ibi.

Al piano terra del museo sono state recentemente inaugurate due nuove sezioni: una illustra opere, documenti ed oggetti del Risorgimento italiano ed eugubino, l'altra espone una collezione di antichi oggetti orientali, provenienti da India, Tibet e sud-est asiatico, donati al Comune di Gubbio negli anni '20 del secolo scorso.

Piazza Grande, 1   06024   GUBBIO  Tel. 075 9274298 
Tipologia:
misto
Note:
Il 01 gennaio il museo è aperto dalle 15.00 alle 18.00.
Chiusura:
13, 14, 15 MAGGIO E 25 DICEMBRE
Orario di apertura:
TUTTI I GIORNI: 10.00 - 13.00  15.00 - 18.00
Prezzi:
7 25 anni ultrasessantenni gruppi sopra le 15 unità soci archeoclub fai e touring club € 2.50
intero € 5.00
scolaresche € 1.50
Servizi:
bookshop/negozio
catalogo scientifico
laboratori didattici
visite guidate
pubblicazioni
Le città
I Paesaggi