Oratorio di San Bernardino
Piazza San Francesco  06123  PERUGIA  PG 
urbano
XV SECOLO

Dove si trova
L’oratorio di San Bernardino, cui si affiancano a destra la chiesa e il convento di San Francesco al Prato, si trova a Perugia in piazza San Francesco, al termine di via dei Priori.

Perchè visitarla
L’Oratorio, la cui facciata costituisce il più importante esempio di scultura rinascimentale a Perugia, è situato in una delle zone più caratteristiche della città, nei pressi dell’etrusca porta Trasimena così chiamata perché aperta in direzione del lago e Cortona.
Oltre che per vedere l’oratorio con l’attigua chiesa francescana, una visita al quartiere Santa Susanna, è consigliata per ammirare le residenze gentilizie e i vicoli medievali circostanti.

Descrizione
L’oratorio di San Bernardino fu eretto nel 1451, anno seguente la canonizzazione di San Bernardino, per volere e grazie al contributo congiunto della popolazione e delle autorità cittadine, molto legate al frate francescano che più volte si era recato a predicare in città.
Conclusa l’architettura del sacello nel 1452, si affidò il progetto della decorazione scultorea della facciata, che doveva rappresentare il complesso tema iconografico della Gloria del Santo, al fiorentino Agostino di Duccio che la eseguì tra il 1457 e il 1461
La facciata  presenta  due pilastri laterali, ciascuno con due tabernacoli, che sostengono un timpano e chiudono lo spazio mediano ove si apre un portale gemino al disopra del quale è una grande lunetta.
Su queste masse delineate con chiarezza è distribuita nei colori del rosa, della malachite e dell’azzurrite la decorazione plastica in cui insieme a panneggi molto mossi predominano i rilievi bassissimi dello stiacciato.
Nel timpano è rappresentato Gesù Benedicente tra Angeli mentre nel cornicione si legge Augusta Perusia MCCCCLXI. Nelle nicchie superiori è a sinistra l’Arcangelo Gabriele mentre a destra l’Annunziata; nelle nicchie inferiori sono collocate le statue dei santi patroni della città Ercolano e Costanzo, e sotto di loro lo stemma della città, il Grifo. Nella lunetta si può ammirare il Santo che ascende in cielo in una mandorla di raggi tra angeli musicanti; nei pannelli a bassorilievo sono episodi della vita del santo mentre nei piedritti del portale, sempre a bassorilievo sono raffigurate allegorie delle virtù francescane.
L’interno è di forma gotica con tre campate con volta ogivali a crociera costolonate. Sulla parete destra è la copia della Deposizione Baglioni di Raffaello, eseguita da Orazio Alfani del XVI secolo e il gonfalone con la Madonna della Misericordia fatta in occasione della peste del 1464 da Mariano d’Antonio e Benedetto Bonfigli per l’oratorio della Confraternita della Santissima Concezione in San Francesco al Prato.
Le due porte dietro l’altare permettono di accedere all’oratorio dei Santi Andrea e Bernardino detto anche Confraternita della Giustizia che conserva uno splendido soffitto a cassettoni intagliati e dorati (1558), stucchi e pitture di Gaetano Lapis, Marcello Leopardi e Vincenzo Ferreri eseguite tra XVIII e XIX secolo.

Curiosità
L’altare è un sarcofago paleocristiano a colonnine con al centro Cristo in trono e nel coperchio  scene del Vecchio Testamento, Noè sull’Arca e Giona. Dalla fine del Duecento al 1887 al suo interno furono custodite le spoglie del beato Egidio, uno dei primi compagni di San Francesco d’Assisi.Per una splendida vista dell’oratorio con l’attigua chiesa di San Bern dall’alto si consiglia di prendere le scalette di via del Poggio e raggiungere l’omonima piazzetta panoramica.

Informazioni e consigli utili
Per raggiungere la chiesa si consiglia di lasciare la macchina presso il  parcheggio di viale Pellini e prendere le scale mobili oppure prendere il Minimetrò e scendere alla stazione “Cupa”. 



Per ulteriori informazioni
Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica - IAT del Comprensorio Perugino
Piazza Matteotti, 18 - Loggia dei Lanari - 06100 Perugia
Tel. 0755736458 - Fax 0755720988
info@iat.perugia.it
Le città
I Paesaggi