Santuario della Madonna delle Grazie
Località Colpulito  06031  BEVAGNA  PG 
rurale
XVI SECOLO

Il Santuario della Madonna delle Grazie si trova in ambiente collinare circondato da oliveti in località Col pulito di Bevagna, lungo l’antico percorso viario della Flaminia.
La chiesa, la cui prima pietra venne posta il 16 gennaio 1583, fu edificata in risposta agli eventi miracolosi verificatisi ad opera della Vergine presso l’altura detta Colpulito, dapprima nel 1462 e successivamente nel 1582. Fortemente caldeggiata dal vescovo di Spoleto Pietro Orsini e dal delegato Apostolico di Perugia, cardinal Riario, la costruzione del santuario risponde in realtà alla volontà della Chiesa cattolica di riaffermare la propria funzione di guida spirituale delle anime in un momento in cui la Riforma luterana aveva scosso alla radice i principi fondanti del Cattolicesimo. In questo stesso periodo numerosi altri santuari vennero difatti eretti in tutta Italia per rilanciare il culto delle immagini sacre, culto fortemente osteggiato dalla propaganda luterana.
Il progetto dell’edificio, all’interno del quale fu collocata l’immagine miracolosa della Madonna delle Grazie fatta affrescare all’epoca del primo evento miracoloso, fu affidato all’architetto perugino Valentino Martelli (1550 circa -1630). Prima di avviare i lavori, l’architetto realizzò un modellino ligneo della chiesa da presentare ai committenti, secondo un uso particolarmente diffuso durante il periodo rinascimentale, che tuttora si conserva nel Museo Civico di Bevagna.
L’edificio presenta una struttura a croce latina con tiburio ottagonale sormontato da una lanterna che ha sostituito la cupola prevista nel progetto originario. Il campanile è incompiuto. La facciata, in mattoni, è spartita da lesene binate con capitelli dorici; un fregio di arenaria ne scandisce orizzontalmente la parte inferiore dalla superiore, un tempo sormontata da un timpano.  Nell’interno si conservano opere del XVI-XVII secolo. Fra queste l’altare maggiore del 1641, opera di Andrea Paganelli, ricco di marmi entro cui si apre l’immagine miracolosa della Madonna delle Grazie. Gli altri altari raccolgono opere del mevanate Ascensidonio Spacca detto il Fantino (Madonna di Costantinopoli con San Giuseppe e il committente; San Carlo Borromeo in orazione; Assunzione della Vergine).
La chiesa, ancora oggi adibita al culto è visitabile chiedendo le chiavi al parroco della chiesa di Sant’Agostino in Bevagna.


 

Per informazioni:
Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica - IAT del Comprensorio Folignate-Nocera Umbra
Corso Cavour, 126 - 06034 Foligno
Tel. 0742354459 - 0742354165
Fax 0742340545
info@iat.foligno.pg.it


Bibliografia
Il santuario della Madonna delle Grazie presso Bevagna (1940), Santa Maria degli Angeli.
Pietrangeli C.( 1992), Bevagna, Spello.
Mancini F. F. (1999) (a cura di), Pinacoteca Comunale di Bevagna, Perugia.
Le città
I Paesaggi