Bevagna
BEVAGNA  PG
Altitudine: 210  Contesto: pianura  Centro: medio-piccolo

A differenza della maggior parte dei borghi e centri minori umbri, arroccati su dolci colline o impervie alture, Bevagna si presenta letteralmente immersa all’interno del suggestivo e pianeggiante scenario della Valle Umbra, circondata da una fertile campagna ricca di corsi d’acqua.


Ritrovamenti archeologici attestano che il territorio era già abitato nel VII secolo a.C.
L’antica “Mevania” viene ricordata per la prima volta nel 308 a.C. in occasione di uno scontro tra la comunità locale degli Umbri e l’esercito romano. Agli inizi del III secolo a.C. la città diviene alleata di Roma. A seguito del grande sviluppo economico ed urbano, poiché situata sulla via Flaminia (attuale corso Matteotti), venne cinta da mura (ancora ben visibili nei pressi di porta Molini).
La città fiorì soprattutto tra il I e il II secolo d.C. Del periodo romano rimangono importanti testimonianze nei pressi di piazza Garibaldi, dove è possibile visitare l’ambiente termale ornato da un bellissimo mosaico; vicino si trovano cospicui resti di un tempio romano (poi chiesa della Madonna della Neve). Nella parte alta della città, oggi occupata dalla chiesa di San Francesco, le case disposte a semicerchio ricalcano l’andamento dell’antico anfiteatro (due colonne scanalate in marmo si trovano all’interno dell’ufficio postale).

Entrando a Bevagna da porta Foligno, dopo aver percorso un breve tratto di corso Matteotti, è possibile vedere frammenti di lesene romane scanalate, riutilizzate nella facciata dell’ex chiesa di San Vincenzo (XII secolo). In una vicina area di proprietà privata sono stati ritrovati ruderi di un edificio con un ambiente pavimentato a mosaico. Arrivati in piazza Silvestri, completa l’effetto scenografico dell’asimmetrico spazio pubblico la colonna di San Rocco, romana con elegante capitello corinzio.


Nel 597 Bevagna entrò a far parte del Ducato di Spoleto, da questo momento iniziò una lenta decadenza.
La ripresa si ebbe a partire dal XII secolo, quando al centro dell’antico impianto romano, si definirono le linee principali di quella che sarebbe diventata la piazza principale (oggi piazza Silvestri). Bellissimo esempio di architettura romanica è la chiesa di San Silvestro e la chiesa di San Michele Arcangelo, poste l’una di fronte all’altra.

 

Intorno alla metà del Duecento venne costruita una nuova cinta muraria inglobando le precedenti mura romane. Le sette porte danno ancora oggi accesso al centro abitato.
Sul finire del XIII secolo la città assume l’aspetto che mantiene ancora oggi. Venne completato il palazzo dei Consoli e costruita la chiesa di Santa Margherita. Anche gli Ordini mendicanti, insediati dentro le mura, fecero erigere le loro chiese (chiesa di San Francesco, chiesa di Sant’Agostino e chiesa di San Domenico).


Dal XV secolo Bevagna fu soggetta al governo dei legati pontifici; durante il Cinquecento si alternarono i Baglioni di Perugia, il cardinale Borromeo e il cardinale Fernando de’Medici.
Scarse notizie si hanno nei secoli successivi. Importante testimonianza di edilizia privata settecentesca è palazzo Lepri, in corso Matteotti, oggi sede del Museo civico. Nel XIX secolo venne realizzato il piccolissimo e suggestivo Teatro Torti, all’interno del palazzo dei Consoli, e la fontana di imitazione medievale presso piazza Silvestri.

 

Nelle vicinanze dal centro abitato, uscendo da porta Todi, si prende la strada a sinistra che sale al colle fino ad arrivare al cinquecentesco santuario della Madonna delle Grazie, da qui si può godere di una splendida vista su Assisi, Spello, Foligno, Trevi e Montefalco.


Per informazioni:
Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica - IAT del Comprensorio Folignate-Nocera Umbra
Corso Cavour, 126 - 06034 Foligno
Tel. 0742354459 - 0742354165
Fax 0742340545
info@iat.foligno.pg.it


Bibliografia
Pietrangeli C. (1992), Guida di Bevagna, Comune di Bevagna.
Pietrangeli C. (1994), Bevagna, frammenti, Comune di Bevagna.
Urbini G. (1997), Spello, Bevagna, Montefalco, Associazione Orfini Numeister.
Gaburri M. & Frappi L. (2004) (a cura di), Il rito della foto, Bevagna 1920-2004.
T.C.I. (2004), Umbria, Milano, Touring Editore.

Le città
I Paesaggi