Chiesa di San Silvestro
Piazza dei Consoli  06081  BEVAGNA  PG 
urbano
XII SECOLO

La chiesa di San Silvestro sorge al centro di Bevagna, borgo situato a ovest di Foligno, affacciandosi su piazza Silvestri.
È un edificio di grande importanza, con una semplice facciata romanica bicroma: la parte inferiore in blocchetti di travertino, mentre quella superiore in pietra bianca ed in pietra rosa di Assisi. Unici elementi architettonici che interrompono l’uniformità del prospetto sono in basso il  bel portale ed in alto le tre aperture.
Il portale è ornato da rilievi classicheggianti e mosaici geometrici ed è decorato da un complicato  fregio allegorico:  a sinistra, un monte (Cristo) dal quale escono quattro ruscelli (i Vangeli); dal monte si dispiega un rigoglioso tralcio di vite (la chiesa), in mezzo al quale si nascondono alcuni animali (i fedeli); sulla destra un dragone (il demonio) vomita dalla bocca un fiume.
In alto, sono disposte le aperture: due bifore laterali rette da colonnine tortili ed una trifora centrale retta da coppie di colonne in marmo di reimpiego, decorata a motivi vegetali.
La facciata è incompiuta nella parte superiore;  infatti sulla destra doveva probabilmente concludersi con un campanile del quale rimane abbozzata soltanto la base.
L'interno dell’edificio è a pianta basilicale privo di transetto e suddiviso in tre navate.  Queste sono separate  da colonne con capitelli decorati che sostengono archi a tutto sesto.  La copertura è caratterizzata da volte a botte nella navata centrale e da volte rampanti (a mezza botte) nelle navate laterali. L’abside semicircolare è molto semplice, con  al centro due aperture disposte l’una sopra l’altra.
Il presbiterio è rialzato per dare più volume alla cripta sottostante, un ambiente rettangolare suddiviso in sei campate coperte da volte a crociera.
Sempre all'interno sono conservati interessanti decorazioni ad affresco di Scuola Umbra. 
Le origini della chiesa risalgono al 1195 quando venne costruita su progetto del Maestro Binello come ricorda l’iscrizione a fianco della porta.
Nel biennio 1953-54 fu oggetto di un intervento di restauro eseguito dalla Soprintendenza ai Monumenti dell’Umbria che conferì alla facciata l’aspetto attuale.
Un altro restauro venne eseguito a seguito del terremoto del 1997, tanto che è stata riaperta al pubblico solo nel 2000.  


Per informazioni:
Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica - IAT del Comprensorio Folignate-Nocera Umbra

Corso Cavour, 126 - 06034 Foligno
Tel. 0742354459 - 0742354165
Fax 0742340545
info@iat.foligno.pg.it

Bibliografia
Sperandio B. (2001), Chiese Romaniche in Umbria, Perugia, Quattroemme.

Le città
I Paesaggi