Museo del Capitolo della Cattedrale di San Lorenzo
Il museo del Capitolo di San Lorenzo si trova nella piazza principale di Perugia, piazza IV Novembre, di fronte alla Fontana Maggiore e adiacente all’ingresso della cattedrale.

E' stato riaperto al pubblico dal 2000, dopo interventi di restauro che ne hanno notevolmente ampliato gli spazi espositivi.

Istituito nel 1923 il museo è costituito da opere provenienti dalla cattedrale e da chiese della diocesi: oreficerie, paramenti liturgici, dipinti e sculture che offrono una preziosa testimonianza della produzione artistica dall’XI al XIX secolo.
Nel lapidarium, allestito nelle sale sotterranee recentemente recuperate, sono esposti numerosi pezzi archeologici. Questi ambienti furono recuperati durante gli scavi degli anni Novanta. Le sale, probabilmente, sono parte di quello che un tempo era il palazzo di Martino IV. I frammenti esposti, databili tra il XIII e il XVI secolo, provengono dall’antica cattedrale e da edifici di culto limitrofi. E’ visibile anche un tratto di muro di epoca etrusca, probabilmente riconducibile ad un antico edificio di culto pagano.
La ricca pinacoteca è seconda a Perugia, per quantità di opere, solo alla Galleria Nazionale dell’Umbria. Vi primeggia la pala di Sant’Onofrio dipinta da Luca Signorelli nel 1484 per la cattedrale, unica opera del maestro cortonese per la città. Ma vanno anche menzionate la Testa di diacono di Arnolfo di Cambio, il frammento architettonico della bottega di Giovanni Pisano, i due trittici di Meo da Siena e Agnolo Gaddi, la Pietà di Bartolomeo Caporali e lo Sposalizio della Vergine di Carlo Labruzzi, dipinto nel 1815 per sostituire, sull’altare di San Giuseppe, quello dipinto dal Perugino, requisito dalle truppe napoleoniche nel 1797.

Da gennaio 2011, nel museo del Capitolo della Cattedrale, visite guidate portano alla scoperta di un percorso archeologico che si sviluppa per circa 1 km al di sotto della cattedrale, edificata proprio sopra un terrazzamento della città etrusca, e permette al visitatore di affacciarsi su diverse epoche della città (etrusca, romana, tardoantica, medievale).

Gli scavi hanno riportato alla luce il grande muro di contenimento della terrazza, costruito con una tecnica simile a quella delle mura urbiche ma assai meglio conservato. Si sviluppa parallelo all’attuale via delle Cantine per una lunghezza di circa 40 metri ed un’altezza di circa 15 metri ed è visibile dall’interno dei locali affacciati sulla via.

L’esistenza di edifici sacri nell’area, risalenti all’età arcaica (VI – IV secolo a.C.), è testimoniata dai resti delle fondazioni delle strutture e dalle decorazioni in terracotta policrome degli edifici templari (le antefisse a testa di Sileno) oggi esposte al museo Archeologico Nazionale dell’Umbria (Pg). Ai piedi del terrazzamento è stato rimesso in luce un tratto basolato di un importante asse viario della città etrusco-romana, che si raccorda a quello già da tempo identificato al di sotto di piazza Cavallotti.

Nel corso del I secolo a.C. l’area fu occupata anche da edifici privati: sono ancora visibili i resti di una ricca casa romana (domus), con pareti in origine arricchite da decorazioni pittoriche. La casa fu abbandonata in seguito ad un violento incendio provocato, molto probabilmente, durante la capitolazione della città assediata da Ottaviano, il futuro imperatore Augusto (41 a.C. bellum Perusinum).   

Probabilmente già a partire dall’epoca bizantina, il monumentale terrazzamento poté essere sfruttato a scopi difensivi. Dal X secolo attorno alla chiesa cattedrale si assiste alla progressiva formazione di un insieme monumentale di edifici, torri, palazzi che nell’immaginario popolare rappresenta il “castello di San Lorenzo”, come viene designato dai documenti medievali. Testimonianza di questa trasformazione è un basamento poligonale addossato al muro di via delle Cantine, pertinente, forse, alla parte inferiore di una torre risalente forse al VI-VII secolo a.C.


 
Piazza IV Novembre  06123   PERUGIA  Tel. 075 5724853 
Tipologia:
storico/artistico
Note:
Card Perugia Città Museo. Durante l'orario invernale la visita guidata alla zona archeologica è alle ore 11 nei giorni feriali, ore 11 e 15.30 il sabato e la domenica. Durante il periodo estivo tutti i giorni alle ore 11 e 15.30. Prenotazione obbligatoria
Chiusura:
LUNEDÌ - 25/12 - 01/01 - MATTINA DI PASQUA - 01/05
Orario di apertura:
MARTEDI': 09.00 - 14.00 
MERCOLEDI': 09.00 - 14.00 
GIOVEDI': 09.00 - 14.00 
VENERDI': 09.00 - 14.00 
SABATO: 10.00 - 17.00 
DOMENICA: 10.00 - 17.00 
Prezzi:
cumulativo intero museo e zona archeologica € 8.00
cumulativo ridotto museo e zona archeologica € 6.00
intero museo € 6.00
intero zona archeologica € 6.00
ridotto a museo € 5.00
ridotto b museo € 4.00
ridotto zona archeologica € 5.00
Servizi:
audioguida
bookshop/negozio
laboratori didattici
visite guidate
pubblicazioni
Le città
I Paesaggi