Castello di Acera
  06042  CAMPELLO SUL CLITUNNO  ACERA  PG 
rurale
XIII SECOLO

Alle pendici dei monti Maggiore (1428 m) e Grande (1318 m), in posizione dominante, si trova il castello di Acera, poco distante dal vicino comune di Campello sul Clitunno.
Edificato nel 1296, fu la prima “villa” del contado spoletino ad essere fortificata.
Attualmente si presenta in discreto stato di conservazione, circondato da una cinta muraria medioevale che racchiude due torri, una trecentesca a pianta rettangolare, l’altra cinquecentesca a pianta pentagonale. All’interno anche una chiesetta dedicata alla Madonna, proprietà della confraternita locale.
La struttura edilizia segue l’andamento un po’ irregolare del terreno, lineare nella parte inferiore, circolare nella parte superiore.
Alcuni scavi fatti recentemente hanno portato alla luce diversi reperti, tra queste delle monete del III secolo a.C., una figurina di animale su lamina metallica e frammenti di ceramica del VI-VII e VIII secolo.
Da alcuni documenti sappiamo che a metà del XIV secolo il castello era abitata da un piccolo nucleo di persone, che ebbe un proprio castellano, e che appartenne a Lanfranco Campello, signore anche di La Spina.
A metà del Cinquecento aderì alla ribellione contro la città di Spoleto che, se inizialmente non riuscì ad occuparlo, dopo qualche giorno lo fece capitolare, e con il castello di Acera capitolò anche la fortezza a La Spina.
Entrambi, fino al 1860, restarono sotto la giurisdizione di Spoleto, per passare poi sotto il comune di Campello sul Clitunno.


Per informazioni:
Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica - IAT del Comprensorio Spoletino
P.zza della Libertà, 7 - 06049 Spoleto
Tel. 0743238920 - 0743238921 - Fax 0743238941
info@iat.spoleto.pg.it

Bibliografia
Amoni D. (1999), Castelli fortezze e rocche dell'Umbria, Perugia, Quattroemme.

Le città
I Paesaggi